Contenuto principale

Presentazione

I.C. Pertini Ovada Alessandria


I.C. Pertini Ovada Alessandria


I.C. Pertini Ovada Alessandria


I.C. Pertini Ovada Alessandria


I.C. Pertini Ovada Alessandria


“Il sole in classe” alla Giovanni Paolo II per vivere  “green”

ENERGIA PULITA PER SALVARE IL NOSTRO  PIANETA

Ovada. Per illuminare le stanze della nostra casa, per cucinare, per accendere il più piccolo elettrodomestico, il televisore  o la play-station, è necessario un apporto di energia. Ma questa energia da dove viene? Questo il primo interrogativo con cui è cominciato l’incontro  del percorso formativo dell’associazione ANTER ( Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili) “ il Sole in classe” svoltosi il 13 novembre nella palestra  della Scuola Primaria Giovanni Paolo II, a cui hanno partecipato attivamente tutte le classi del plesso. L’interessante lezione, durata due ore, attraverso la visione di un filmato cartoons ha coinvolto gli alunni in un’attenta riflessione sui comportamenti quotidiani errati e li ha portati a comprendere la differenza tra fonti di energia tradizionale e fonti rinnovabili, nella piena consapevolezza che ciò che utilizziamo oggi può farci male, va ad esaurimento  e soprattutto  inquina il mondo. Non sono mancati i suggerimenti originali  degli alunni su cosa e come proporre il cambiamento, anche in famiglia.  Ricca di spunti è stata anche  la raccolta delle idee sul tema “Il mondo che vorrei” che continuerà nel lavoro didattico  delle classi, valorizzando il contributo di tutti, per impiegare le risorse energetiche in modo intelligente e salvare così il nostro pianeta. 

 

 A seguire la relazione dei ragazzi di quinta sull'esperienza vissuta ed alcune immagini dell'attività in palestra svolta dalle classi:

VIVERE “ GREEN” PER UN FUTURO MIGLIORE

Giovedì  13 novembre  noi alunni delle classi  quinte siamo andati in palestra dove abbiamo trovato  tre signori Marco, Roberto e Luca dell’Associazione Anter che ci hanno parlato di energie rinnovabili e ci hanno proiettato un video.  I tipi di energia che ci hanno spiegato sono quattro: solare, idroelettrica, geotermica ed eolica. Tutti noi usiamo molta energia ogni giorno, ma non ce ne rendiamo conto . Ci hanno spiegato,  ad esempio, che quella del Sole è formata da molecole che si chiamano fotoni , che hanno impiegato milioni di anni per nascere ma impiegano solo 8 minuti per raggiungere la Terra che dista 150.000.000 di Km. dal Sole. L’energia eolica ha bisogno del vento per essere prodotta perché l’energia passa da cinetica ad elettrica. A questo proposito esistono  degli impianti detti off-shore che producono molta più energia perché situati in punti in cui il vento è molto forte.  Anche i rifiuti, opportunamente lavorati, producono energia pulita poiché rilasciano anidride carbonica che, assorbita dalle piante, viene convertita in ossigeno e combatte l’inquinamento. Se tutti usassimo delle auto elettriche contribuiremmo ad aver un mondo pulito. Ci hanno poi  parlato dell’acqua, dell’energia idroelettrica e di quella  geotermica e qui abbiamo scoperto la figura di Piero Ginori  Conti che ha trasformato il vapore in elettricità. Ci sono poi i pannelli solari e gli impianti fotovoltaici che abbiamo notato sono presenti in chi abita nelle case di nuova costruzione. Dopo queste spiegazioni siamo diventati protagonisti  con le nostre riflessioni: un bambino ha avuto la bella idea di tornare ad utilizzare nelle biciclette le vecchie dinamo per far luce al posto delle pile elettriche; tanti altri hanno suggerito di spegnere le luci nelle stanze della casa quando non servono, di aprire gli scuri anche la mattina presto,  di utilizzare lampadine a basso consumo, di abbassare il riscaldamento in casa. Abbiamo anche  saputo, dalle nostre maestre,  che la nostra scuola necessita del rifacimento del tetto e sarebbe una bella idea chiedere  al Comune di installare un impianto fotovoltaico, con notevole risparmio energetico.  A questo punto i responsabili dell’Associazione ci hanno  chiesto di descrivere il mondo come lo vorremmo e qui ci siamo sbizzarriti a fare proposte che hanno scritto con pennarelli colorati su un pannello: tutti concordiamo nel dire che un mondo più pulito, con prati fioriti e boschi verdi, energia  naturale, corretta raccolta differenziata, sono il primo passo per vivere meglio  e salvare così  il nostro pianeta dal troppo inquinamento. A conclusione dell’incontro abbiamo anche noi registrato il nostro saluto ad ANTER, come quello dei  dodicimila ragazzi sparsi in tutta Italia, ai quali è stata presentata questa interessante   lezione.

LE CLASSI QUINTE A B C